Guida, Come convertite un file Word in PDF

Hai necessità di trasformare documenti Word in PDF ma non sai come si fa?Ti assicuro che è molto più semplice di quello che immagini. Incredibile ma vero, per convertire Word in PDF non devi acquistare alcun software: puoi fare tutto con dei programmi gratuiti o addirittura con dei servizi online che funzionano da qualsiasi browser e da qualunque sistema operativo (senza registrazioni e senza utilizzare accorgimenti particolari).

I PDF generati rispetteranno il layout dei documenti originali. Questo significa che immagini, tabelle, didascalie e quant’altro rimarranno intatte e otterrai dei documenti dall’aspetto altamente professionale. Qualora lo volessi, nell’andare a convertire Word in PDF potrai anche regolare i parametri qualitativi dei file da generare, la loro risoluzione, e potrai applicare una password per proteggere i PDF contro le visualizzazioni, le stampe e le modifiche non autorizzate.

Microsoft Word (Windows/Mac)


Se hai bisogno di convertire Word in PDF e sul tuo computer c’è installata una copia di Microsoft Office piuttosto recente, puoi effettuare la trasformazione utilizzando lo stesso Word. Tutto quello che devi fare è aprire il documento DOC/DOCX da convertire, cliccare sul pulsante File collocato in alto a sinistra e selezionare la voce Salva e invia dalla barra laterale.

Clicca quindi sul pulsante Crea documento PDF/XPS e seleziona la cartella in cui esportare il file. Se vuoi, puoi anche proteggere i PDF generati con una password. Basta fare clic sul pulsante Opzioni collocato in basso a destra nella finestra di salvataggio del file, mettere il segno di spunta accanto alla voce Crittografa documento con una password e cliccare sul pulsante OK.

Se utilizzi Microsoft Office 2007 e non riesci a trovare l’opzione per esportare i documenti in formato PDF, installa il Componente aggiuntivo di Microsoft Office 2007 Salvataggio in formato PDF o XPS disponibile sul sito Internet di Microsoft. Si tratta di un plugin gratuito che permette di abilitare le funzioni di esportazione in PDF ed XPS in tutte le applicazioni di Office 2007, compreso Word.

Per scaricarlo sul tuo PC, collegati al link che ti ho appena fornito e clicca prima sul pulsante Scarica e poi su No, grazie. Continua. Dopodiché apri il file SaveAsPDFandXPS.exe appena scaricato e clicca sul pulsante Esegui. Apponi il segno di spunta accanto alla voce Fare click qui per accettare le condizioni di licenza software Microsoft e concludi il setup premendo prima su Continua e poi su OK.

Utilizzi un Mac? Allora sappi che puoi trasformare un file DOC/DOCX in PDF semplicemente aprendo il documento da convertire in Word, selezionando la voce Salva con nome dal menu File e impostando l’opzione PDF nel menu a tendina Formato. Semplicissimo!

Stampante PDF

 

È possibile generare file PDF non solo dai documenti di Word ma,

potenzialmente, da qualsiasi file stampabile. Basta installare sul proprio computer una stampante virtuale.

Si tratta di software che si “camuffano” da stampanti in modo da processare facilmente tutti i contenuti stampabili ed esportarli sotto forma di file PDF. Possono interagire con qualsiasi tipo di file e qualsiasi applicazione dotata della funzione di stampa. Questo significa che puoi usarle per trasformare in PDF non solo documenti, ma anche foto, pagine Web, email e molto altro ancora.

Sono disponibili molte stampanti virtuali PDF per Windows, alcune delle quali completamente gratuite. Su Mac, invece, non bisogna ricorrere a software esterni in quanto macOS include già “di serie” una sua stampante PDF.

Per utilizzarla, basta richiamare il comando di stampa dal menu File di qualsiasi applicazione e selezionare la voce Salva come PDF… dal menu a tendina PDF che si trova in basso a sinistra nella finestra che si apre e fare poi clic sul bottone Salva. Semplicissimo.

LibreOffice (Windows/Mac/Linux)


Ora parliamo di Writer, uno degli strumenti inclusi nella suite per la produttività gratuita LibreOffice. Non ne hai mai sentito parlare?

LibreOffice è una suite per la produttività open source definita da molti come la migliore alternativa free – insieme ad OpenOffice, da cui è nata – a Microsoft Office. È disponibile non solo per Windows, ma anche per macOS e Linux ed è compatibile con tutti i principali formati di file di Office.

Per scaricare LibreOffice sul tuo computer, collegati al suo sito Internet ufficiale tramite il link che ti ho fornito poc’anzi e clicca sul pulsante Scaricate la versione x. Se utilizzi un Mac, clicca anche sul pulsante Interfaccia utente tradotta per scaricare sul tuo computer il file di traduzione italiano per la suite, che nella versione Windows della stessa non occorre in quanto incluso nel pacchetto d’installazione principale.

Bene, ora ci siamo. Al termine del download avvia il pacchetto d’installazione di LibreOffice (es. LibreOffice_xx_Win_x86.msi) e clicca prima sul pulsante Avanti due volte consecutive e poi su Installa, Sì e Fine per concludere il setup.

Se utilizzi un Mac, apri il pacchetto in formato .dmg che contiene LibreOffice, trascina l’icona della suite nella cartella Applicazioni di macOS e provvedi a installare il pacchetto di traduzione per avere il programma in italiano. Come si fa? Nulla di più semplice, guarda.

Apri il pacchetto in formato .dmg che contiene il language pack italiano, fai clic destro sull’icona LibreOffice Language Pack contenuta al suo interno, seleziona la voce Apri dal menu che si apre e pigia sul bottone Installa per due volte consecutive.

Ora non ti resta altro da fare se non avviare LibreOffice, aprire il file DOC/DOCX da trasformare in PDF in quest’ultimo e cliccare sull’icona di Acrobat Reader che si trova in alto a sinistra, nella barra degli strumenti di Writer.

Se poi desideri avere un controllo maggiore sui parametri del PDF da generare, recati nel menu File di LibreOffice e seleziona la voce Esporta nel formato PDF da quest’ultimo. Si aprirà una finestra nella quale potrai scegliere il livello di qualità delle immagini da esportare nel PDF, la risoluzione del documento (ti consiglio di non scendere mai al di sotto dei 300 DPI) e l’intervallo di pagine da convertire. Inoltre, recandoti nella scheda Sicurezza e pigiando sul pulsante Imposta password potrai impostare una password per proteggere il documento contro le aperture non autorizzate, la stampa e/o la modifica.

Nota: A causa delle restrizioni previste da Apple per tutti i programmi scaricati da fonti diverse dal Mac App Store, per avviare LibreOffice su Mac la prima volta potresti aver bisogno di fare clic destro sull’icona del software – nella cartella Applicazioni di macS – e selezionare la voce Apri dal menu che compare (altrimenti un messaggio d’errore potrebbe impedirti di avviare l’applicazione).

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: